Eventi in Campania

    Paestum viva: ogni martedì le armi del guerriero

    (fino al 31-12-2020)
    Informazioni Evento:
    http://dbunico20.beniculturali.it/DBUnicoMedia/repository/images/29-11-2019/med/65336b356cdcc56433ef77c51851a74868976f4.jpgCosto: L'attività è inclusa nel biglietto d'ingresso
    Sito web:"http://www.paestum.museum"
    Email: "pae.promozione@beniculturali.it"


    Ogni martedì laboratori dedicati alle ricostruzioni di armi e utensili dalla preistoria all'età romana: l'iniziativa si propone di approfondire alcune delle attività cardine del mondo antico come la guerra, la caccia e altri particolari lavori artigianali, attraverso la disamina degli oggetti ad esse riservate.In particolar modo, saranno mostrate le ricostruzioni di armi e di utensili di età antica riprodotte facendo fede agli originali sia per tecniche di fabbricazione sia per materiali utilizzati.Un importante focus è riservato all'età preistorica, alla Cultura del Gaudo di Paestum, con la presentazione di strumenti in selce, osso, punte, raschiatoi e schegge litiche. Archi, frecce, asce e coltelli saranno spiegati in unione ad approfondimenti sull'evoluzione tecnologia e bellica, dalla preistoria all'età romana.L'appuntamento è alle ore 11:00 presso la biglietteria del museo.L'iniziativa è  inclusa nel biglietto d’ingresso al Parco, nel biglietto annuale Paestum Mia e nella card Adotta un blocco. Per info ed eventuali prenotazioni tel. +39 0828811023 o mail pae.fruizione@beniculturali.it



    Alla scoperta della dieta dei gladiatori al Museo Archeologico dell’Antica Capua, all’Anfiteatro Campano e al Museo archeologico dell’Agro Atellano

    (fino al 30-09-2020)
    Informazioni Evento:
    http://dbunico20.beniculturali.it/DBUnicoMedia/repository/images/11-11-2019/med/9d4251083c675b3124e9d44135015e66866e9.jpgEmail: "pm-cam.museoanticacapua@beniculturali.it"


    “Rivivere, nell’agrumeto del Museo archeologico dell’Antica Capua, l’atmosfera delle ricche dimore patrizie, antichi ortaggi e tradizionali cereali nell’Anfiteatro campano. Scoprire che i gladiatori erano per lo più vegetariani, che l’orzo era l’alimento fondamentale della loro dieta , per questo erano chiamati hordearii, “uomini d’orzo”, sarà un’esperienza che i nostri giovanissimi difficilmente dimenticheranno”. Così Ida Gennarelli, direttore del Museo Archeologico dell’antica Capua e dell’Anfiteatro Campano di Santa Maria Capua Vetere e referente per il Polo museale della Campania, descrive il progetto “HortiCultura”, sostenuto dall’impresa sociale Con I Bambini nell’ambito del Fondo di contrasto alla povertà educativa minorile. HortiCultura vede tra i partner il Polo Museale della Campania, altri importanti beni culturali come il Parco Archeologico di Pompei e la Reggia di Caserta; il soggetto responsabile è la cooperativa sociale “Terra Felix”; l’obiettivo è quello di realizzare attività sociali ed educative innovative, volte alla promozione di orti didattici museali, al fine di ampliare l’offerta culturale ed accrescere l’interesse della comunità locale verso il patrimonio archeologico e storico-artistico. HortiCultura è stato ammesso a finanziamento nell’ambito del Bando “Nuove Generazioni”, pubblicato dall’impresa sociale “Con i Bambini” – Soggetto attuatore del “Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile”. Il progetto partirà nei primissimi mesi del 2020 con la sua fase preparatoria, dedicata alla selezione dei piccoli destinatari 6/10 anni e alla predisposizione della logistica degli orti museali. Le attività con i bambini cominceranno nell’estate 2020, con specifici campi estivi, per poi proseguire, da settembre, in parallelo all’anno scolastico. Tra pochi mesi quindi ci saranno orti didattici nei siti del Polo Museale della Campania - Anfiteatro Campano e Museo archeologico dell’antica Capua a Santa Maria Capua Vetere e nel Museo archeologico dell’Agro Atellano a Succivo - diretto da Pasquale Manna, con un progetto di “museo territoriale diffuso” che connette il museo all’Horto allestito nel Casale di Teverolaccio, una masseria fortificata che si trova sulla centuriazione romana. Nell’agrumeto del Museo archeologico dell’antica Capua – continua il direttore Ida Gennarelli - sarà recuperato uno spazio che si apre verso la città; i ragazzini realizzeranno un programma dedicato ai giardini delle domus chiamato “da hortus a viridarium”. L’iniziativa si aggiunge e rafforza le politiche di inclusione sociale che il museo attiva con il coinvolgimento degli stakeholders favorendo lo sviluppo di una comunità educante, consapevole delle proprie risorse culturali”. HortiCultura si lega strettamente alla Ludoteca museale Arteteca, anche questa nata grazie all’impresa sociale “Con I Bambini”, interamente controllata da Fondazione con il Sud, per contrastare la povertà educativa, che ha raggiunto soglie elevatissime in Italia dove il numero dei minori che crescono senza beni, servizi e prospettive è più che triplicato rispetto a dieci anni fa. In questo contesto i siti archeologici di Santa Maria Capua Vetere e Succivo possono rappresentare, per i bambini, il motore di un processo di diffusione del sapere culturale, luoghi in cui apprendere, sperimentare, sviluppare e far fiorire liberamente capacità, talenti e aspirazioni. Il 2020 è l’anno internazionale della salute delle piante. Il progetto inizia quindi con un buon auspicio, ed è un modo per avvicinare le nostre nuove generazioni ai giovani di allora, creando una condivisione di valori e stili di vita. I benefici dei cereali per la salute saranno anche i presupposti per l’educazione ad una sana ed equilibrata alimentazione. Attraverso un percorso educativo che coinvolgerà docenti ed alunni, ciascuna scuola partner di HortiCultura realizzerà un “Kit sana alimentazione”, che comprende una mostra interattiva e un percorso permanente sulla corretta alimentazione. Per promuovere il progetto come best practice, sarà attivato un “Ortobus”, un laboratorio itinerante che raggiungerà gli istituti scolastici, i siti culturali, le piazze per stimolare studenti, turisti, cittadini sui temi del progetto, realizzando appositi eventi per innescare politiche di coesione sociale e crescita culturale. Info: Biglietteria Anfiteatro campano 0823/1831093 o anfiteatro_smcv@arte-m.net Museo archeologico dell’Antica Capua, Via Roberto D’Angiò, 44 Tel. 0823 844206; pm-cam.museoanticacapua@beniculturali.it https://www.facebook.com/Antica-Capua-Circuito-Archeologico- Twitter: @museosmcv



    Visita Pompei con Geronimo Stilton!

    (fino al 31-12-2020)
    Informazioni Evento:
    http://dbunico20.beniculturali.it/DBUnicoMedia/repository/images/29-11-2019/med/914fe370829b8e7511799ed7ce57e4fa04c87.jpgCosto: 0-18 non compiuti ingresso gratuito
    Sito web:"http://pompeiisites.org/progetti-e-ricerca/offerta-formativa/"
    Email: "pompei.info@beniculturali.it"


    Al Parco Archeologico di Pompei sono arrivati gli itinerari per bambini e ragazzi, elaborati nell’ambito del progetto educativo “Itinerario didattico formativo tra i siti di Pompei, Ercolano, Torre Annunziata, Napoli” rivolto ai giovani cittadini del sito UNESCO e finanziato con i fondi della L. 77/2006 (legge per “misure speciali di tutela e fruizione dei siti italiani di interesse culturale, paesaggistico e ambientale, inseriti nella “Lista del patrimonio mondiale” posti sotto la tutela dell’UNESCO).Il progetto – svoltosi in collaborazione con l’Osservatorio Permanente del Centro Storico di Napoli-sito Unesco – ha avuto l’obiettivo di aumentare la consapevolezza e la sensibilità dei più giovani nei confronti del patrimonio culturale mondiale, anche attraverso l’osservazione delle tecniche di conservazione e valorizzazione.Testimonial e guida d’eccezione nel percorso archeologico è Geronimo Stilton, il topo giornalista più famoso al mondo!La mappa e la guida dei siti archeologici costituiscono il risultato finale di una serie di laboratori didattici realizzati in alcuni Istituti scolastici del territorio.I ragazzi delle scuole coinvolte, insieme ai loro insegnanti e ad operatori specializzati, si sono cimentati nell’elaborazione dei contenuti di questo materiale divulgativo, con lo scopo di approfondire la conoscenza del patrimonio culturale, comprenderne il valore di unicità, l’importanza della loro salvaguardia e di trasmissione della loro storia. Il tutto all’interno della cornice grafica originale di Geronimo Stilton.Sul sito del Parco Archeologico di Pompei è possibile scaricare la mappa di Geronimo e seguire l'itinerario dedicato ai più giovani per poter vivere un’avventura straordinaria alla scoperta di Pompei ed Oplontis!http://pompeiisites.org/progetti-e-ricerca/offerta-formativa/N.B. La guida è al momento terminata.



    Arriva Pompei 365: l'abbonamento per visitare Pompei ogni volta che vuoi!

    (fino al 31-12-2021)
    Informazioni Evento:
    http://dbunico20.beniculturali.it/DBUnicoMedia/repository/images/16-12-2019/med/253776baa9b456746b5092760d82b6ff1bc2.jpgCosto: Pompei: 60,00 €; Pompei, Oplontis e Boscoreale: 80,00 €.
    Sito web:"http://pompeiisites.org/comunicati/arriva-pompei-365-labbonamento-per-visitare-pompei-ogni-volta-che-vuoi/"
    Email: "pompei.info@beniculturali.it"


    Dal 1 gennaio 2020 gli appassionati di Pompei potranno visitare i siti archeologici ogni volta che vorranno ad un prezzo agevolato, grazie all’abbonamento annuale Pompei 365.La tessera di accesso avrà il costo di 60€ per Pompei e di 80€ per Pompei, Oplontis e Boscoreale (l’ingresso a Stabia è gratuito). Un’ ulteriore agevolazione è prevista per i giovani tra i 18 e i 25 anni (non compiuti), che potranno accedere illimitatamente al solo costo di 8€.In occasione delle festività natalizie inoltre, - dal 15 dicembre al 31 dicembre - attraverso la piattaforma www.ticketone.it (senza alcun costo di commissione nel periodo di lancio)  sarà possibile acquistare e/o regalare  l’abbonamento ad un prezzo ulteriormente ridotto: 50€ per Pompei e 70€ per tutti i siti. Sarà rilasciato un documento di prenotazione che darà poi diritto al ritiro della tessera cartacea in biglietteria a partire dal 1 gennaio.Dal 2020 l’abbonamento sarà, poi, acquistabile sia on-line sul sito www.ticketone.it sia presso lo sportello dedicato della biglietteria di Porta Marina.La tessera nominativa e non trasferibile, con durata annuale dalla data di emissione, darà diritto - previa esibizione del documento d’identità - ad ingressi illimitati ai siti archeologici nonché alle mostre temporanee in corso. Sarà utilizzabile esclusivamente nei giorni e negli orari di apertura ordinari. E saranno escluse dall’abbonamento le iniziative non gestite dal Parco e non comprese nella bigliettazione o nella programmazione ordinaria.Inoltre, sempre a partire dal 1° gennaio, il prezzo del biglietto ordinario di accesso al sito di Pompei sarà di 16.00€.



    Ludoteca museale contro la povertà educativa

    (fino al 31-12-2021)
    Informazioni Evento:
    http://dbunico20.beniculturali.it/DBUnicoMedia/repository/images/29-01-2020/med/a01568f3bbce3af5f493575a1d8095666892b.jpgEmail: "ludotecaartetecasmcv@gmail.com"


    Surus e Cornacchia sono le simpatiche mascotte della ludoteca museale contro la povertà educativa Arteteca, nei locali del Museo archeologico dell’antica Capua di Santa Maria Capua Vetere. Nata grazie all’impresa sociale “Con I Bambini”, interamente controllata da Fondazione con il Sud, per contrastare la povertà educativa, ha raggiunto soglie elevatissime in Italia dove il numero dei minori che crescono senza beni, servizi e prospettive è più che triplicato rispetto a dieci anni fa. Riservata ai bambini 3/6 anni e gestita dalla cooperativa “Città Irene onlus”, realizza uno spazio permanente di apprendimento e di gioco in due siti museali della Campania, promuovendo laboratori di manipolazione e disegno, teatro e motricità. Un luogo in cui si sviluppa la cooperazione con la scuola e la famiglia, che interpreti lo straordinario patrimonio storico-artistico italiano come risorsa per lo sviluppo delle comunità e come opportunità per le generazioni più giovani e più fragili, a partecipazione completamente gratuita. Arteteca nasce dalla sinergia tra 11 partner: Polo Museale della Campania, Cora Napoli onlus, Scuola di Specializzazione in Pediatria dell’Università degli Studi di Napoli Federico II, Pio Monte della Misericordia, Fondazione Banco Napoli Assistenza Infanzia, A Ruota Libera, Città Irene onlus, Con la Mano del Cuore, Human Foundation, Le Nuvole e Comune di Napoli. “Le finalità sociali e l’impegno comune sono parte integrante del progetto contro la povertà educativa, portato avanti dal Polo museale della Campania, per rimuovere gli ostacoli di natura economica, sociale e culturale, che impediscono la piena fruizione dei processi educativi da parte dei minori, necessari al loro sviluppo personale, all’affermazione della libertà individuale e alla loro inclusione sociale”. Così Ida Gennarelli, direttore del Museo Archeologico dell’Antica Capua e del Mitreo di Santa Maria Capua Vetere. Orari di apertura: dal martedì al venerdì 15:00-18:00. Secondo e terzo sabato del mese 9:30-12:30. La prima domenica del mese 10.00-13:00. Info: Ludoteca museale, Via Roberto D’Angiò, 44 Tel. 393 9493962; 333 9663488; ludotecaartetecasmcv@gmail.com; amministrazione@cittairene.it; https://www.facebook.com/Arteteca-Ludoteche museali contro la povertà educativa https://percorsiconibambini.it/artetecaludotechemuseali https://twitter.com/rteteca Museo archeologico dell’antica Capua, Via Roberto D’Angiò, 44 Tel. 0823 844206; pm-cam.museoanticacapua@beniculturali.it https://www.facebook.com/Antica-Capua-Circuito-Archeologico- Twitter: @museosmcv



    #museichiusimuseiaperti E' attivo il canale Youtube della #DirezioneRegionaleMuseiCampania

    (fino al 31-12-2020)
    Informazioni Evento:
    http://dbunico20.beniculturali.it/DBUnicoMedia/repository/images/18-03-2020/med/a62a1755aa9e4142b618916df08fa776eb86c26d.jpgEmail: "pm-cam.museoanticacapua@beniculturali.it"


    #museichiusimuseiaperti E' attivo il canale Youtube della #DirezioneregionaleMuseiCampania, dove potrete trovare bellissimi contributi video sui siti piu' belli della nostra regione. Condividiamo https://www.youtube.com/channel/UCTwMTiK-pxh94Hk0hcSahHg Troverete video dedicati ai singoli istituti culturali, ma anche prodotti che coinvolgano tutti o più musei, in un'ottica di rete e di progetto comune. Vi terremo aggiornati



    #iorestoacasa - La cultura non si ferma

    (fino al 31-12-2020)
    Informazioni Evento:
    http://dbunico20.beniculturali.it/DBUnicoMedia/repository/images/01-04-2020/med/e31d3185dac2b16b6789ea89fb75486b89be8ce9.JPGEmail: "as-ce@beniculturali.it"


    In occasione della campagna "La Cultura non si ferma" l'Archivio di Stato di Caserta propone appuntamenti quotidiani per valorizzare il patrimonio dell'Istituto e, virtualmente, viaggiare in lungo e in largo nell'antica provincia di Terra di Lavoro.Saranno aggiornate con cadenza giornaliera le pagine social Facebook, Instagram e i canali Twitter e YouTube. Attraverso le piante e i disegni tratti dal fondo Intendenza di Terra di Lavoro (in particolare, dalla serie Affari Comunali) e dal fondo Commissariato per la liquidazione degli Usi Civici sarà presentato il territorio della vasta Provincia di Terra di Lavoro. Gli utenti potranno così viaggiare virtualmente e conoscere nuove località caratterizzate da un alto valore paesaggistico e da notevoli rilevanze storico-artistico. Saranno inoltre condivisi documenti di epoche diverse attraverso i quali raccontare il vissuto quotidiano di famiglie, notai, lavoratori e gente comune di Terra di Lavoro.



    EXTRAMANN #iorestoacasa

    (fino al 20-10-2020)
    Informazioni Evento:
    http://dbunico20.beniculturali.it/DBUnicoMedia/repository/images/20-03-2020/med/44caebf484cd5c26c654e06a13586246e49343.jpgEmail: "paolo.giulierini@beniculturali.it"


    Il MANN è fortemente impegnato in un’azione di costante rafforzamento e consolidamento dei propri legami con il territorio e con la comunità e vuole rappresentare un riferimento culturale sia per le straordinarie opere che ospita sia per la capacità di guidare il visitatore ed i cittadini napoletani nella variegata, articolata e ricchissima offerta culturale della città. Il progetto ExtraMann è una rete virtuale tra il Museo Archeologico Nazionale di Napoli e le realtà nate per valorizzare il patrimonio culturale della città.



    #iorestoacasa Il Museo Archeologico Nazionale di Napoli

    (fino al 30-09-2020)
    Informazioni Evento:
    http://dbunico20.beniculturali.it/DBUnicoMedia/repository/images/23-03-2020/med/5331d5b88190d61d77d97f463ac7d5ac72d999dd.jpgEmail: "paolo.giulierini@beniculturali.it"


    Il Museo Archeologico Nazionale di Napoli è erede diretto del Real Museo Borbonico, uno dei più antichi e grandi musei d’Europa, nato nella seconda metà del Settecento dalla volontà di Ferdinando di Borbone di unificare in un unico palazzo le collezioni d’arte e di antichità formate nel corso di oltre due secoli, dalla famiglia Farnese ed ereditate da Carlo di Borbone per via materna, e il Museo Ercolanese di Portici, dedicato agli oggetti provenienti dagli scavi di Ercolano, Pompei e Stabiae.Le collezioni del Museo, divenuto Nazionale nel 1860, sono andate arricchendosi con l’acquisizione di reperti provenienti dagli scavi nei siti della Campania e dell’Italia Meridionale e dal collezionismo privato. Il trasferimento della Pinacoteca a Capodimonte nel 1957 ne determina l’attuale fisionomia di Museo Archeologico. Un'immagine storica. 



    #iorestoacasa Infinito stupore

    (fino al 30-10-2020)
    Informazioni Evento:
    http://dbunico20.beniculturali.it/DBUnicoMedia/repository/images/24-03-2020/med/0ce675f55ab7985cbc06a2ae24f6f291f3651.jpgEmail: "lucia.emilio@beniculturali.it"


     Il libro di Pier Luigi Razzano Infinito stupore per visitare il Museo Archeologico Nazionale di Napoli insieme ad alcuni  illustri visitatori: Alexandre Dumas, Gustave Flaubert, Théophile Gautier, Herman Melville e Joseph Conrad. Con le loro esperienze il Museo si rivela un mondo tutto da esplorare.” Le sale sono uno scrigno pieno di ricchezze, i reperti custoditi hanno sconfitto la morte e sussurrano nel presente la loro vita ancora palpitante”. E così anche ognuno di noi entrando nel Museo entrerà in un mondo di "Infinito stupore".