Eventi in Campania

    Il Museo dietro le quinte: Visite guidate ai depositi (tutti i giorni esclusi i lunedì)

    (fino al 31-12-2019)
    Informazioni Evento:
    http://dbunico20.beniculturali.it/DBUnicoMedia/repository/images/21-01-2019/med/6f61d1cc8f6678b2e9f9f2318a849ebca3a15699.jpgCosto: Costo del biglietto € 1 da aggiungere al biglietto di ingresso al Parco, al biglietto annuale Paestum Mia e alla card Adotta un Blocco. I bambini fino a 6 anni non pagano.
    Sito web:"http://www.paestum.museum"
    Email: "pae.promozione@beniculturali.it"


    Il Parco Archeologico di Paestum mette in scena lo spettacolo dei reperti archeologici: ogni giorno, esclusi i lunedì, sarà possibile visitare i depositi con l’iniziativa “Il Museo dietro le quinte”. Ogni pomeriggio, dalle 15:00 alle 18:00, il museo si arricchisce di un nuovo percorso di visita che, in forma stabile, entra a far parte dell’offerta culturale del Parco. <<Il progetto è rivoluzionario per due aspetti - dichiara il direttore, Gabriel Zuchtriegel - primo, per la prima volta i depositi del museo diventano una parte stabile del percorso, così come sono, cioè senza ritocchi e trucchi. Chi entra vedrà il deposito in tutta la sua bellezza naturale. In altre parole: il museo diventa trasparente, apre il dietro le quinte a tutti i visitatori. Secondo, chi guida i visitatori sono gli assistenti alla fruizione e vigilanza, cioè quegli operatori dei musei statali spesso dipinti come “custodi” annoiati che invece a Paestum partecipano attivamente alla valorizzazione del patrimonio. Questo mi rende orgoglioso, perché dimostra che nella pubblica amministrazione si possono fare cose innovative motivando e coinvolgendo i dipendenti, smentendo tutta una serie di stereotipi>>.Con le visite ai depositi, il visitatore prenderà parte a un’esperienza davvero unica: il racconto di una tomba lucana e del suo corredo saranno l’occasione per comprendere cosa si nasconde dietro un “bel vaso” esposto in una vetrina del museo. <<Visitare i depositi, scoprire cosa accade “dietro le quinte” di un museo, significa vivere la fantastica esperienza di entrare negli ingranaggi di una macchina culturale complessa e affascinante, ed esplorare i suoi molti segreti - dice Cinzia Dal Maso, presidente di Archeostorie - A Paestum questo significherà anche dialogare con chi lavora quotidianamente in museo e capire perciò quel che vi accade non in astratto, ma dalla viva voce dei protagonisti. Sono veramente grata al direttore Gabriel Zuchtriegel per aver coinvolto Archeostorie in questo progetto importante e necessario: offrire la possibilità di toccare con mano il lavoro dei professionisti dei beni culturali significa far apprezzare sempre più il loro lavoro ma anche i monumenti stessi>>.Un dietro le quinte fatto di persone, professionalità, scelte ed emozioni, viaggi in giro per il mondo, recuperi da parte delle forze dell’ordine e molto altro ancora. L’appuntamento è al museo, ogni pomeriggio!INFO:Tutti i pomeriggi, tranne il lunedì, alle 15:00, 16:00, 17:00 e 18:00, visite in italiano, inglese, tedesco, francese e spagnolo.Costo del biglietto € 1 da aggiungere al biglietto di ingresso al Parco, al biglietto annuale Paestum Mia e alla card Adotta un Blocco.I bambini fino a 6 anni non pagano.Su prenotazione, possibilità di visita anche la mattina (e-mail: pae.fruizione@beniculturali.it).



    Family Lab Paestum

    (fino al 31-12-2019)
    Informazioni Evento:
    http://dbunico20.beniculturali.it/DBUnicoMedia/repository/images/22-01-2019/med/2c6dfcca4cddc95880bf12f87fb85c2e1a3c2ab1.jpgCosto: Costo del laboratorio: € 3,00 da aggiungere al costo del biglietto d’ingresso al Parco Archeologico di Paestum; chi è in possesso del biglietto annuale Paestum Mia e chi ha meno di 18 anni paga solo il costo del laboratorio.
    Telefono: +39 0812395653 attivo dal lunedì al venerdì dalle ore 9:00 alle 17:00 o 0828 811023 (Museo Archeologico Nazionale di Paestum)
    Sito web:"http://www.paestum.museum"
    Email: "pae.promozione@beniculturali.it"


    Come trascorrevano le loro giornate gli abitanti dell’antica Poseidonia-Paestum? La storia della città comincia con i templi o prima ancora della loro costruzione?Quali miti, culti e leggende questo sito ha custodito sfidando i secoli?   Siete pronti a conoscere le risposte e magari, a porci tante altre domande? Vi aspettiamo per partecipare al nostro FamilyLab! Cosa vi aspetta? Un viaggio adatto a tutta la famiglia alla scoperta dell’antica storia della città di Paestum! L’iniziativa dura 1 ora durante la quale le persone saranno guidate lungo un breve itinerario a tema a cui seguirà un laboratorio creativo: e sarà qui che adulti, bambini e ragazzi potranno liberare la propria creatività realizzando disegni o sculture. Ogni data avrà un tema diverso che accompagnerà la visita e il laboratorio: pian piano si potrà conoscere Paestum e la vita dei suoi abitanti nel corso dei secoli. Prima e terza domenica del meseOrari 11:30 e 16:30Secondo e quarto sabato del mese Orario 16:30Tutti i giovedìOrari 11:30 e 16:30Tutti i mercoledì di giugno-luglio-agostoOrari 11:30 e 16:30 Costo del laboratorio: € 3,00 da aggiungere al costo del biglietto d’ingresso al Parco Archeologico di Paestum; chi è in possesso del biglietto annuale Paestum Mia e chi ha meno di 18 anni paga solo il costo del laboratorio.Massimo 20 partecipanti per turnoPrenotazione obbligatoria scrivendo a pae.didattica@beniculturali.it o info@lenuvole.com Tel. 0812395653 attivo dal lunedì al venerdì dalle ore 9:00 alle 17:00 o tel. 0828 811023 (Museo Archeologico Nazionale di Paestum)



    Paestum per tutti - Architetture senza barriere

    (fino al 31-12-2019)
    Informazioni Evento:
    http://dbunico20.beniculturali.it/DBUnicoMedia/repository/images/22-01-2019/med/f5d173732bade2c6e1a7ea66305464ee9639731.jpgCosto: L’iniziativa è inclusa nel biglietto di ingresso al Parco, nel biglietto annuale Paestum Mia e nella card Adotta un blocco.
    Telefono: +39 0828811023
    Sito web:"http://www.paestum.museum"
    Email: "pae.promozione@beniculturali.it"


    Tutti i lunedì e ogni seconda domenica del mese PAESTUM PER TUTTI – Architetture senza barriere con visite guidate al tempio di Nettuno e alla Basilica: gli assistenti alla fruizione, accoglienza e vigilanza del Parco Archeologico Paestum guideranno i visitatori, attraverso un percorso senza barriere architettoniche, nell’area del Santuario Meridionale. Si accederà all’interno dei templi meglio conservati al mondo e si avrà la possibilità di ammirare la città antica e il paesaggio circostante da una prospettiva molto più suggestiva. Grazie al percorso senza barriere si potrà accedere anche dentro alla cd. Basilica, il tempio più antico di PaestumL’appuntamento è alle ore 11.30 e 15.30 presso la biglietteria di Porta Principale, nei pressi del Tempio di Nettuno.La prenotazione è consigliata e può essere effettuata al numero +39 0828811023 o alla mail pae.fruizione@beniculturali.it L’iniziativa è inclusa nel biglietto di ingresso al Parco, nel biglietto annuale Paestum Mia e nella card Adotta un blocco.



    Paestum Viva: ogni mercoledì le metope del Sele

    (fino al 31-12-2019)
    Informazioni Evento:
    http://dbunico20.beniculturali.it/DBUnicoMedia/repository/images/23-01-2019/med/441c6e55f9963d255fc3d6e25f9c5bcc3fbc57.JPGCosto: L’iniziativa è inclusa nel biglietto di ingresso al Parco, nel biglietto annuale Paestum Mia e nella card Adotta un blocco.
    Sito web:"http://www.paestum.museum"
    Email: "pae.promozione@beniculturali.it"


    Ogni mercoledì visite guidate alle straordinarie metope scolpite provenienti dal santuario di Hera alla foce del Sele: Eracle che affronta i Giganti e i Centauri, Ulisse sul dorso di una tartaruga marina, gli eroi del mito e del ciclo troiano, le fanciulle danzanti in onore di Hera e tanto altro ancora da scoprire.L'appuntamento è alle ore 11.00 presso la biglietteria del Museo.L'iniziativa è inclusa nel prezzo del biglietto di ingresso al Parco, nel biglietto annuale Paestum Mia e nella card Adotta un blocco.Per info ed eventuali prenotazioni tel. +39 0828811023 o mail pae.fruizione@beniculturali.it



    Paestum viva: ogni martedì le armi del guerriero

    (fino al 31-12-2019)
    Informazioni Evento:
    http://dbunico20.beniculturali.it/DBUnicoMedia/repository/images/23-01-2019/med/90842fda48f77570bb462680284919e5c5b325.JPGCosto: Iniziativa inclusa nel biglietto d’ingresso al Parco, nel biglietto annuale Paestum Mia e nella card Adotta un blocco.
    Sito web:"http://www.paestum.museum"
    Email: "pae.promozione@beniculturali.it"


    Ogni martedì laboratori dedicati alle ricostruzioni di armi e utensili dalla preistoria all'età romana: l'iniziativa si propone di approfondire alcune delle attività cardine del mondo antico come la guerra, la caccia e altri particolari lavori artigianali, attraverso la disamina degli oggetti ad esse riservate.In particolar modo, saranno mostrate le ricostruzioni di armi e di utensili di età antica riprodotte facendo fede agli originali sia per tecniche di fabbricazione sia per materiali utilizzati.Un importante focus è riservato all'età preistorica, alla Cultura del Gaudo di Paestum, con la presentazione di strumenti in selce, osso, punte, raschiatoi e schegge litiche. Archi, frecce, asce e coltelli saranno spiegati in unione ad approfondimenti sull'evoluzione tecnologia e bellica, dalla preistoria all'età romana.L'appuntamento è alle ore 11:00 presso la biglietteria del museo.L'iniziativa è  inclusa nel biglietto d’ingresso al Parco, nel biglietto annuale Paestum Mia e nella card Adotta un blocco. Per info ed eventuali prenotazioni tel. +39 0828811023 o mail pae.fruizione@beniculturali.it



    Paestum viva: dal giovedì alla domenica suoni e musica dell'antichità

    (fino al 31-12-2019)
    Informazioni Evento:
    http://dbunico20.beniculturali.it/DBUnicoMedia/repository/images/24-01-2019/med/b46360c9196ddfb85e14bbbd2ef49f110ac36c4.jpgCosto: L'iniziativa è inclusa nel biglietto d'ingresso al Parco, nel biglietto annuale Paestum Mia e nella card Adotta un blocco.
    Sito web:"http://www.paestum.museum"
    Email: "pae.promozione@beniculturali.it"


    Dal giovedì alla domenica alle ore 11.00 al Museo di Paestum laboratori dedicati ai suoni e alla musica dell'antichità!Vi aspettiamo per scoprire gli strumenti musicali, prototipi, ricostruzioni e reperti etnografici della Preistoria dell’antichità Egizia, Greca, Etrusca e Romana – tra cui quelli raffigurati sui reperti esposti a Paestum.Viaggeremo insieme dalla preistoria con pietre sonore, fischietti di semi, in canna, in osso, il flauto di osso d’aquila, trombe e sonagliere di conchiglie, sonagli, raschiatori, legni sonori, l’arco musicale agli strumenti dell’antichità: i cymbala, i crotala, i tympana, i sistri, i flauti, gli auloi e la mitica cithara.Un incontro per tutta la famiglia in cui bambini e ragazzi potranno sperimentare gli antichi strumenti sonori e scoprire le proprie attitudini e gli adulti e gli anziani verificheranno i poteri terapeutici degli antichi suoni.Il laboratorio è a cura di Walter Maioli e Melissa Costanzi del Il Centro del Suono - soundcenter.it Paestum Viva.L'iniziativa è inclusa nel biglietto d'ingresso al Parco, nel biglietto annuale Paestum Mia e nella card Adotta un blocco.



    Un tuffo nel blu: visite "speciali" per tutti

    (fino al 31-12-2019)
    Informazioni Evento:
    http://dbunico20.beniculturali.it/DBUnicoMedia/repository/images/14-02-2019/med/dc3a91a4ecf4ab3327cd813ac9e3a2a139dd625.jpgCosto: L'iniziativa è inclusa nel biglietto d'ingresso al Parco, nel biglietto annuale Paestum Mia e nella card Adotta un blocco.
    Telefono: +39 342 6327019
    Sito web:"http://www.paestum.museum"
    Email: "pae.promozione@beniculturali.it"


    Continua il percorso Autism Friendly del Parco Archeologico di Paestum in collaborazione con la cooperativa Il Tulipano - Cilento4all.Ogni terza domenica del mese e, su prenotazione negli altri giorni, sarà possibile partecipare alle visite didattiche “Un tuffo nel blu”, dedicate a famiglie e scuole con bambini e ragazzi speciali, ma in generale rivolte a tutti.Il percorso di visita partirà dai depositi del Museo, recentemente resi accessibili, e continuerà nelle sale espositive dove, ponendo l’attenzione su alcuni tra i reperti più belli e significativi dell’antica Poseidonia, si cercherà di ricostruire la storia e la cultura della città più importante della Magna Grecia.Con un “Tuffo nel Blu”, l’arte e l’archeologia diventano uno strumento di emersione delle diverse intelligenze e potenzialità della persona; il Museo diventa un luogo di vita, aggregazione ed inclusione che dà ad ogni partecipante l’opportunità, nel rispetto dei propri tempi, di vedere e vivere il Museo come una personale ed intima esperienza.“Continuiamo a lavorare sull’accessibilità e sull’inclusione, sapendo che c’è ancora molto da fare – dichiara il direttore Zuchtriegel – ma anche che con piccoli passi concreti si possono raggiungere obiettivi importanti”.Durante la visita, i partecipanti avranno a disposizione strumenti originali ed innovativi con cui interagire e potranno partecipare a dei laboratori appositamente ideati.L’immagine di presentazione dell’iniziativa “Un tuffo del blu” è stata realizzata da Antonella Ricciardi dell’Associazione Cilento4all che racconta “Ho scelto l’immagine del tuffatore per rappresentare un giovane che si tuffa letteralmente nella mente di un ragazzo con autismo. La condizione autistica è rappresentata dal blu, colore simbolo dell’autismo, che circonda la bocca del soggetto illustrato; ho volutamente scelto la bocca in quanto organo di comunicazione “speciale” ma non unico. Il mio disegno lo dedico a tutti i ragazzi affetti da autismo, sperando di aver espresso al meglio il principio della diversità, che non ne fa degli assenti, ma li rende semplicemente sensibili in un modo diverso”.L’iniziativa è realizzata grazie a una collaborazione a tre voci che vede coinvolti il personale dei servizi di accoglienza e di didattica del Museo, la società cooperativa Tulipano – Cilento4all e il Dipartimento di Scienze Motorie e del Benessere dell’Università degli Studi di Napoli “Parthenope”, da sempre impegnato nella promozione di iniziative che mirano all’inclusione sociale.La stampa del materiale didattico utilizzato durante le visite è stata realizzata con il contributo della Fondazione Carisal. Per info e prenotazioni: mail specialmuseum@cilento4all.com oppure +39342 6327019



    Paestum viva: ogni martedì le armi del guerriero

    (fino al 31-12-2019)
    Informazioni Evento:
    Costo: Iniziativa inclusa nel biglietto d’ingresso al Parco, nel biglietto annuale Paestum Mia e nella card Adotta un blocco.
    Sito web:"http://www.paestum.museum"
    Email: "pae.promozione@beniculturali.it"

    Ogni martedì laboratori dedicati alle ricostruzioni di armi e utensili dalla preistoria all'età romana: l'iniziativa si propone di approfondire alcune delle attività cardine del mondo antico come la guerra, la caccia e altri particolari lavori artigianali, attraverso la disamina degli oggetti ad esse riservate.In particolar modo, saranno mostrate le ricostruzioni di armi e di utensili di età antica riprodotte facendo fede agli originali sia per tecniche di fabbricazione sia per materiali utilizzati.Un importante focus è riservato all'età preistorica, alla Cultura del Gaudo di Paestum, con la presentazione di strumenti in selce, osso, punte, raschiatoi e schegge litiche. Archi, frecce, asce e coltelli saranno spiegati in unione ad approfondimenti sull'evoluzione tecnologia e bellica, dalla preistoria all'età romana.L'appuntamento è alle ore 11:00 presso la biglietteria del museo.L'iniziativa è  inclusa nel biglietto d’ingresso al Parco, nel biglietto annuale Paestum Mia e nella card Adotta un blocco. Per info ed eventuali prenotazioni tel. +39 0828811023 o mail pae.fruizione@beniculturali.it



    Con gli #aperiPaestum del giovedì pomeriggio il Parco Archeologico dà il benvenuto alla primavera

    (fino al 26-12-2019)
    Informazioni Evento:
    http://dbunico20.beniculturali.it/DBUnicoMedia/repository/images/20-03-2019/med/35c4367f0efeaffe8ef5be56cc2b54817355f2.jpgCosto: L’ingresso è gratuito per chi non partecipa all’aperitivo.
    Sito web:"http://www.paestum.museum"
    Email: "pae.promozione@beniculturali.it"


    Tutti i giovedì pomeriggio ingresso gratuito dalle ore 18:00 alle 19:30, ultimo ingresso ore 18:50.Con gli #aperiPaestum del giovedì pomeriggio il Parco Archeologico  dà il benvenuto alla primavera  La convivialità sarà la protagonista delle aperture gratuite del Parco Archeologico di Paestum che, ogni primo e terzo giovedì pomeriggio del mese, accoglierà i visitatori con gli #aperiPaestum, gli aperitivi organizzati in collaborazione con SlowFood Cilento. L’appuntamento è al Museo, giovedì 21 marzo 2019, dalle ore 18:00 alle ore 19:30, ultimo ingresso alle ore 18:50. L’iniziativa si inserisce nel più ampio programma di aperture gratuite individuate dal Parco Archeologico di Paestum ogni giovedì pomeriggio grazie all’autonomia concessa ai singoli istituti MiBAC e aderisce alla campagna di comunicazione nazionale #iovadoalmuseo. L’intento è quello di fare del museo un luogo sempre più familiare per i visitatori, un posto capace di offrire anche svago e diletto ed essere un’occasione per far incontrare e colloquiare persone amiche e non, proprio come dovevano fare gli uomini della celeberrima Tomba del Tuffatore impegnati in un simposio, “un aperitivo all’antica”.Gli aperitivi di Paestum non si allontaneranno dalla tradizione culinaria cilentana; la varietà degli ingredienti propri della dieta mediterranea lasceranno ampio spazio alla sperimentazione e alla fantasia degli chef stellati di Slow Food che, nei vari appuntamenti, daranno vita a degli aperitivi non solo buoni, ma anche attenti alla valorizzazione del territorio attraverso l’utilizzo di prodotti locali a km 0.Per questo giovedì, lo chef Christian Torsiello, dell’osteria Arbustico, proporrà “Lo Scoglio: un Pane terrestre incontra il Mare”, in abbinamento vino “Ripaudo” (colli di Salerno IGP) di Tenuta Macellaro o, in alternativa, un cocktail a scelta. Costo dell’iniziativa 5,00 euro, da pagare in biglietteria.INFO:Tutti i giovedì pomeriggio ingresso gratuito dalle ore 18:00 alle 19:30, ultimo ingresso ore 18:50.Ogni primo e terzo giovedì del mese, aperitivi al museo con Slow Food Cilento. Costo dell’iniziativa € 5,00, da pagare in biglietteria dopo aver ritirato il biglietto gratuito di ingresso al museo e all’area archeologica. L’ingresso è gratuito per chi non partecipa all’aperitivo.



    “Scipionyxsamniticus”. Un dinosauro in città

    (presso Benevento, fino al 31-12-2019)
    Informazioni Evento:
    http://dbunico20.beniculturali.it/DBUnicoMedia/repository/images/13-05-2019/med/167b68548b205a78b96772df9bde1eed1da8167.jpgCosto: gratuito
    Telefono: +39 0824 310945
    Email: "sabap-ce.benevento@beniculturali.it"


    Presso l’ex  Convento San Felice di Benevento, il pubblico è invitato a intraprendere un viaggio suggestivo nella storia geologica del nostro Appennino Sannita, raccontata dai reperti fossili esposti nella Mostra Paleontologica permanente qui allestita. Il visitatore scoprirà che il paesaggio a noi oggi familiare, caratterizzato da monti boscosi e gole profonde e selvagge, nel periodo cretacico dell’Era Mesozoica, si configurava come un tipico paesaggio lagunare con bianche dune di sabbia e specchi di acqua calda e calma: un ambiente dal clima tropicale popolato da pesci, coralli, anfibi, crostacei e da …Scipionyxsamniticus, conosciuto con il nomignolo di “Ciro", un cucciolo di dinosauro, il cui fossile è divenuto famoso nel mondo per il suo straordinario stato di conservazione.



    #IO VADO AL MUSEO - 20 giorni di ingresso gratuito al Parco archeologico di Pompei

    (fino al 31-12-2019)
    Informazioni Evento:
    http://dbunico20.beniculturali.it/DBUnicoMedia/repository/images/02-07-2019/med/3df0f4c9f389b2f58b18fcb95f90999764e6abb.jpgCosto: Gratuito
    Sito web:"http://pompeiisites.org/comunicati/iovadoalmuseo-20-giorni-di-ingresso-gratis-a-pompei-nel-2019/"
    Email: "pompei.info@beniculturali.it"


    Anche il Parco Archeologico di Pompei aderisce all'iniziativa, promossa dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali, #IoVadoAlMuseo che prevede 20 giorni di ingresso gratuito nell’anno solare in tutti i luoghi della cultura del Mibac. Oltre alle prime domeniche dei mesi da Ottobre a Marzo e alla Settimana dei Musei che, per l’anno 2019, ricade dal 5 al 10 marzo, ogni istituto offre altre 8 giornate ad ingresso libero, individuate sulla base delle caratteristiche del proprio territorio e per celebrare alcune ricorrenze legate alla storia del luogo o a festività nazionali.Per Pompei, le 8 giornate gratuite saranno:30 marzo (Data di inizio degli scavi ufficiali a Pompei nel 1748)25 aprile (Anniversario della Liberazione d’Italia)8 maggio (Festa patronale di Pompei)8 giugno (Data di nascita dell'archeologo Giuseppe Fiorelli)24 ottobre (Data dell’eruzione del Vesuvio del 79 d.C.)24 dicembre (Vigilia di Natale) 26 dicembre (Festività di Santo Stefano)31 dicembre (Vigilia di Capodanno)Le suddette date sono valide per il 2019.



    Giornate ad ingresso gratuito al Parco Archeologico di Ercolano - #iovadoalmuseo

    (fino al 27-11-2019)
    Informazioni Evento:
    Costo: Gratuito
    Sito web:"http://ercolano.beniculturali.it/"
    Email: "pa-erco@beniculturali.it"

    #IoVadoAlMuseo è un’iniziativa del Ministero per i beni e le attività culturali che prevede 20 giorni di ingressi gratuiti nell’anno solare in tutti i monumenti, musei, gallerie, scavi archeologici, parchi e giardini monumentali.Ogni istituto offre altre 8 giornate - o fasce orarie di visita corrispondenti a 8 giornate - ad ingresso libero, definite secondo le esigenze del proprio territorio.- Le date scelte dal Parco Archeologico di Ercolano sono di seguito riportate:- The days chosen by this institution are:Mercoledì dalle ore 13.00           13-20-27 marzoDomenica dalle ore 14.00           14-21-28 luglio/11-18-25 agostoGiovedì dalle ore 8.30-19.30          15 agosto – festività patronale della Madonna AssuntaMercoledì dalle ore 13.00           30 ottobre/06-13-20-27 novembre



    English Kids Lab - a Paestum, ogni quarta domenica del mese fino a ottobre

    (fino al 27-10-2019)
    Informazioni Evento:
    Costo: Gratuito
    Telefono: +393409582598
    Sito web:"http://www.paestum.museum"
    Email: "pae.promozione@beniculturali.it"

    Il Parco Archeologico di Paestum continua ad arricchire la sua offerta culturale con i laboratori per bambini in lingua inglese. Ogni quarta domenica del mese, da giugno a ottobre, in collaborazione con i docenti della British School International, con sede a Battipaglia e a Salerno, saranno organizzati dei laboratori archeologici completamente in lingua inglese. Una proposta didattica unica nel suo genere che offre ai piccoli partecipanti l’opportunità di apprendere giocando sia la storia e l’archeologia di Paestum sia la lingua inglese, la cui conoscenza è oggigiorno indispensabile.<<La collaborazione tra l'Istituto British School International e il Parco archeologico di Paestum nasce con l'obiettivo di intendere la lingua inglese come veicolo culturale che, attraverso un approccio multidisciplinare, non tralascia il valore didattico della materia – fanno sapere i due direttori, Veronica Bisogno e Guido Mastroianni - Il British School è lieto ed orgoglioso di dare il via a questo nuovo progetto culturale ed educativo con uno dei più importanti musei italiani>>.Ogni mese, il laboratorio sarà incentrato su un tema differente; in questo modo non solo i bambini potranno approcciarsi ai molteplici aspetti del mondo antico, ma potranno apprendere un numero maggiore di nuove parole inglesi e, dunque, strutturare più frasi. <<La lunga storia di Poseidonia -Paestum è fatta anche di relazioni con le “lingue straniere” – dichiara il direttore del Parco, Gabriel Zuchtriegel – Con l’arrivo dei primi coloni, in città si parlava il greco, sostituito poi dal latino dopo la conquista da parte dei romani. Nel museo e nei depositi, numerose sono le testimonianze di testi in queste lingue antiche che hanno aiutato generazioni di archeologi a far luce su aspetti della storia di Paestum altrimenti sconosciuti. Con i laboratori in lingua inglese, si vuole dare ai bambini del posto, ma non solo, la stessa utilità che i testi antichi danno agli studiosi, ovvero uno strumento per affrontare la contemporaneità, costruendo reti relazionali con il mondo intero>>.INFO:ENGLISH KIDS LAB, laboratori gratuiti per bambini dai 3 ai 10 anni in lingua inglese ogni quarta domenica del mese, da giungo a ottobre, alle ore 11.30 al museo di Paestum nelle seguenti date:23 giugno: Mosaic Fun Lab28 luglio: Pottery Story Lab25 agosto: Art and Crafts29 settembre: Jurassic Lab27 ottobre: Be an artist for a dayLa partecipazione al laboratorio è per un numero massimo di 20 persone, per info e prenotazioni telefonare al numero 3409582598 oppure scrivere a info@britishbattipaglia.it



    Un’icona contemporanea tra i templi di Paestum - Arriva il “Cavallo di sabbia” di Mimmo Paladino nel sito archeologico

    (fino al 31-12-2019)
    Informazioni Evento:
    http://dbunico20.beniculturali.it/DBUnicoMedia/repository/images/19-08-2019/med/d48d6b909e1831d91c33488cca217b50382c3e.jpgCosto: L’iniziativa è inclusa nel biglietto di ingresso al Parco, nel biglietto annuale Paestum Mia e nella card Adotta un blocco
    Sito web:"http://www.paestum.museum"
    Email: "pae.promozione@beniculturali.it"


    Dall’11 luglio, anche Paestum ha la sua icona contemporanea. Ma mentre a Pompei e Agrigento sono le opere neoclassiche di Mitoraj a mettere in dialogo l’archeologia e il contemporaneo, a Paestum è il linguaggio arcaico di Mimmo Paladino a mergersi con le architetture doriche di sesto e quinto secolo a.C. È, infatti, il primo dei famosi cavalli realizzati dall’artista, il “padre della mandria” come l’ha chiamato scherzosamente Paladino, a tornare nel luogo per il quale era originariamente concepito, ma da dove è stato portato via da tempo. Realizzato nel 1999 per il MMMAC (Museo Materiali Minimi d’Arte Contemporanea), dopo essere stato esposto per alcuni anni nelle vicinanze del sito di Paestum, il “Cavallo di sabbia” era finito a Fisciano in provincia di Salerno, a seguito di uno sfratto e vicissitudini varie. Ora, un accordo siglato tra il Parco Archeologico di Paestum, guidato dall’archeologo Gabriel Zuchtriegel, e il MMMAC, diretto da Nuvola Lista, ha permesso di riportare l’opera, che è realizzata con sabbia presa dalla spiaggia di Paestum, al suo luogo di origine. La scultura del cavallo, alta circa 4 metri, indossa una maschera di ferro che rimanda alle tombe del periodo lucano. È stata posizionata su un piedestallo tra il Tempio di Nettuno e il tempio di Hera noto come ‘Basilica’. “Tale collocazione è di grande impatto – commenta Nuvola Lista – Come in una drammaturgia teatrale, il cavallo si svelerà pian piano ai visitatori intenti ad ammirare i templi. Un incontro inaspettato con un imponente cavallo immobile che riuscirà a dare vita ad un’atmosfera sospesa nel tempo. Con tali suggestioni il pubblico si ritroverà ad essere parte dell’installazione artistica”.Emotiva la reazione del direttore Zuchtriegel, il quale confessa: “Quando l’ho visto arrivare ero così colpito da questo dialogo fra la scultura di Paladino e le colonne doriche che mi veniva da piangere. Mi sono trattenuto perché ero circondato da collaboratori e turisti, ma vi assicuro che è un’emozione molto forte vedere questa scultura nel santuario meridionale della città antica, che nell’antichità ospitava, oltra al tempio di Hera ‘signora dei cavalli’, numerose statue votive, a cui il cavallo di Paladino sembra rimandare”.Non mancano voci critiche, soprattutto in merito alla scelta di posizionare la scultura in un luogo così nevralgico quale lo spazio tra i due templi maggiori del sito archeologico. Sui social, infatti, tra commenti affermativi, emerge anche la preoccupazione di “un’ennesima profanazione di luoghi sacri alla cultura mondiale”. C’è chi teme di trovarsi davanti a “ignominie spacciate per opere d’arte, che degustano e profanano i luoghi dove la vera arte esiste”. I due giovani direttori reagiscono con toni placati, sottolineando che in ogni caso si tratta di un’istallazione temporanea. “Inoltre, invitiamo tutti a vedere l’opera sul posto e di continuare la discussione, l’arte serve a questo” concludono Lista e Zuchtriegel, ricordando, tra l’altro, che con l’installazione di Carlo Alfano del 1976, realizzata vis-à-vis con la celeberrima Tomba del Tuffatore su invito dell’allora soprintendente Mario Napoli, Paestum può vantare un ruolo pionieristico nel connubio tra archeologia e arte contemporanea. “All’epoca le resistenze erano ancora più forti – racconta Zuchtriegel – tanto è vero che Mario Napoli per ottenere le autorizzazioni necessarie fece passare l’opera di Alfano come ‘arredamento di giardino’, dal momento che temeva che altrimenti non glielo facessero fare”.



    I moti risorgimentali del 1820-1821.

    (presso Archivio di Stato, fino al 31-12-2019)
    Informazioni Evento:
    http://dbunico20.beniculturali.it/DBUnicoMedia/repository/images/16-09-2019/med/78a8db6c2a72eea5a37857deb9e864d073bb203a.jpgTelefono: +39 082421513
    Sito web:"http://www.archiviodistatobenevento.beniculturali.it/"
    Email: "as-bn@beniculturali.it"


    L'Archivio di Stato Benevento partecipa alle Giornate Europee del Patrimonio 21 e 22 settembre 2019, con la mostra documentaria"I moti risorgimentali del 1820-1821". Inoltre l'Archivio espone anche la mostra "Saluti da Benevento". Le Cartoline più rappresentative dell'evoluzione storico -urbanistica della città, a cura dell'Archeoclub di Benevento, dell'Associazione La Fagianella e del Club per L'UNESCO di Benevento, col patrocinio dell'Archivio di Stato di Benevento. Nel pomeriggio di sabato 21 settembre il prof. Francesco Morante terrà la conversazione "Un Piemontese a Benevento. Storia di una Cartolina" 



    I codici miniati di Montevergine

    (fino al 31-12-2019)
    Informazioni Evento:
    http://dbunico20.beniculturali.it/DBUnicoMedia/repository/images/30-09-2019/med/3ec18d64518f2e2eff7fe77589cb9f5c34fa999b.jpgCosto: Ingresso gratuito
    Telefono: +39 0825787191/789933
    Email: "bmn-mnv.reference@beniculturali.it"


    La mostra bibliografica I codici miniati di Montevergine, inaugurata in occasione delle Giornate Europee del Patrimonio 2019, è stata prorogata fino al 31 dicembre 2019.È visitabile nei giorni di lunedì, mercoledì e venerdì.



    Anteprima mostra "Pinocchio around the world"

    (fino al 18-10-2019)
    Informazioni Evento:
    http://dbunico20.beniculturali.it/DBUnicoMedia/repository/images/10-10-2019/med/c2b8e914a0429fb1aee3bec18a3c2843a5f4bb19.jpgSito web:"http://ambientesa.beniculturali.it"
    Email: "stefania.ugatti@beniculturali.it"


    L'Associazione SalernoInFestival, che propone l'iniziativa MEC-Media Education Campus: Cinema per la Scuola – C2 Buone Pratiche, Rassegne e Festival, in collaborazione con la Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio di Salerno e Avellino  presenta l’anteprima della mostra Pinocchio around the world del fotografo Giacomo Pirozzi – UNICEF



    Terza Giornata Intenazionale del Paesaggio "Paesaggio e acqua”

    (presso Antica Centrale idroelettrica, fino al 21-10-2019)
    Informazioni Evento:
    http://dbunico20.beniculturali.it/DBUnicoMedia/repository/images/16-10-2019/med/8255581859bb37ea7af26b84a2759cf727432.jpgSito web:"http://ambientesa.beniculturali.it"
    Email: "rosamaria.vitola@beniculturali.it"


    Torna la terza Giornata internazionale del paesaggio, organizzata dal Consiglio d’Europa. Quest’anno, il tema della Giornata è Paesaggio e acqua e ha l’obiettivo di promuovere il valore dell'acqua nel paesaggio.La Soprintendenza ABAP di Salerno e Avellino aderisce alla Giornata e, insieme all'Associazione CTG di Salerno (Centro turistico giovanile), organizza una passeggiata nel territorio provinciale di Giffoni Valle Piana sulla via Polongone, costeggiando le rive del fiume Picentino dove, alternando soste e cammino, si perverrà nell’area attrezzata dell’Aia della Baronessa, dove i ragazzi delle scuole che partecipano potranno restituire le sensazioni provate o l’esperienza vissuta, attraverso la realizzazione e la stesura di brani, componimenti poetici e disegni. Il tutto sarà filmato in modo da divenire parte del progetto. Si prevede, inoltre, una Giornata successiva durante la quale verranno presentati a tutte le classi i lavori effettuati nel corso della Giornata, trasferendo così l’educazione paesaggistica anche a chi non ha avuto l’occasione di partecipare. Aderiscono alla Giornata l’Istituto di Istruzione Scientifica Gian Camillo Glorioso Dirigente prof. Carmine Tavarone, l’Istituto Comprensivo F.lli Linguiti Dirigente prof.ssa Maria Palumbo, l’Amministrazione Comunale attraverso la Delegata alla P.I., la Pro Loco di Giffoni V.P., del Forum dei Giovani e la Protezione civile South Land